OPI-1982_vet (3).png

Biagio Grimaldi: “Cercherò la performance spettacolare anche in questo incontro!"

Biagio Grimaldi ha 20 anni, è un peso leggero dalla struttura fisica possente, ha esordito tra i professionisti lo scorso luglio con una vittoria per KO contro l’albanese Jashar Senak e finalmente tornerà sul ring, per disputare il suo secondo match, il 20 febbraio 2022, nell’ambito della manifestazione “Testudo Fight Night” promossa e organizzata dalla Scuola di Pugilato Testudo.


Grimaldi vanta un curriculum notevole a livello dilettantistico: 50 match da dilettante, con 30 vittorie, 17 sconfitte e 3 pareggi, ben cinque volte campione regionale Lombardia, due volte finalista ai Campionati Assoluti d’Italia. Potenza, esplosività e dedizione sono gli aggettivi che caratterizzano le performance di Biagio Grimaldi, confermate anche nella vittoria per TKO contro Senka al suo esordio tra i pro.


L’avversario di Grimaldi sarà Yeiler Vazquez, per il quale sarà l’esordio ufficiale da professionista. Si prospetta quindi un incontro ricco di agonismo, in cui nessuno dei due pugili vorrà arretrare o cedere di un millimetro: Biagio per continuare il suo percorso vittorioso di crescita, Yeiler Vazquez per cominciare nel migliore dei modi il cammino tra i professionisti.


Come è andato questo Training Camp? Su quali aspetti avete lavorato col tuo Team?

“Bene, ci siamo quasi, manca poco. Serve combattere alla mia età, in questo momento della mia carriera. Devo accumulare esperienza. Il training camp è andato bene, ho iniziato subito dopo le feste di natale con doppia seduta quotidiana, parte atletica la mattina e tecnica il pomeriggio col maestro Franco Cherchi. Ho svolto due sedute di sparring alla settimana e abbiamo lavorato molto sulla mobilità generale di gambe e sul movimento di tronco, perché sono un fighter che va sempre avanti e non posso mai stare fermo. Devo portare colpi più ragionati e veloci, meno caricati, anche se quella è la mia natura…”


Hai una massa fisica davvero importante per essere un peso leggero. Riesci a restare agilmente nel peso?

“Mi faccio seguire da un pro come Roberto Scrigna che mi aiuta davvero, davvero tanto. Sono consapevole di avere una struttura corporea particolare se rapportata alla mia categoria di peso, e ho bisogno di professionisti come Roberto che mi seguano passo passo nel raggiungimento dell’obiettivo”.


Cosa ti aspetti dal tuo avversario, Vazquez? Sai qualcosa di lui, hai visto qualche suo match da dilettante?

“Avrei dovuto combattere contro Caputi, un ragazzo romano che ha già combattuto da professionista, sarebbe stato un bel match visto che siamo entrambi agli inizi del nostro percorso. Vazquez lo conosco, l’ho visto fare i guanti con Giuseppe Osnato. Viene sempre avanti da quello che ho potuto vedere in quell’occasione, e sicuramente per lui ci sarà tanta voglia di far bene visto che è il suo esordio, è fuori casa e compete comunque in una manifestazione in cui ci saranno diversi pugili già affermati”.


Sei professionista da nemmeno sei mesi, eppure chi ti segue sa quanto tempo tu stia dedicando a questo obiettivo. Come mantieni alta la motivazione ad allenarti ogni giorno, due volte al giorno?

“La passione è tutto. Sembra scontato ma è quello. Io amo questo sport. Ora che sono professionista ancor più di prima sento questa passione, questa motivazione, anzi, è come se fosse una missione. Tante volte devo fare rinunce di diverso tipo, ma sono contento così. Voglio andare avanti e andrò avanti”


Non si chiede, ma si chiede: visto come si è concluso il tuo primo match, cercherai il KO anche in questo incontro?

“Cercherò sempre di fare la performance spettacolare. Ogni match devi migliorare rispetto a quello precedente. Io sono agli inizi e devo spingere, spingere forte. Devo spaccare adesso, devo dare tutto”


L’evento “Testudo Fight Night” sarà a porte chiuse e ci sarà la diretta streaming dalla pagina Facebook di Scuola Pugilato Testudo a partire dalle ore 16,00 di domenica 20 febbraio.