OPI-1982_vet (3).png

Cinisello Balsamo Boxing Night: vince Esposito in un gran match con Loriga

La Cinisello Balsamo Boxing Night di sabato 19 marzo è stata un successo, sia in termini puramente sportivi che di partecipazione del pubblico. In un PalaAllende sold out - raggiunto il tetto massimo di capienza disponibile a seguito delle restrizioni dovute al covid-19 - con tribune assiepate di spettatori e bordo ring completamente esaurito, gli incontri principali della card sono stati avvincenti e combattivi, offrendo una serata di intrattenimento sportivo di alto profilo.


La manifestazione, organizzata e curata dalla OPI SSD 82 di Alessandro Cherchi in sinergia con la Rocky Marciano Gym di Elvis Bejko e patrocinata dal Comune di Cinisello Balsamo, è stata trasmessa nella sua interezza sul canale YouTube della Federazione Pugilistica Italiana e ha ricevuto ulteriore visibilità grazie al live streaming di Gazzetta.it, che ha rilanciato sulla sua rete il Main Event tra Nicholas Esposito e Tobia Loriga, rematch di fuoco valido per il Titolo Italiano dei Pesi Welter.


Alle 17,30 sono partiti gli incontri dei dilettanti AOB che hanno piacevolmente introdotto la serata, riscaldando la platea in attesa dell’inizio ufficiale della serata. Cinque scontri tra palestre del milanese in cui hanno brillato giovani pugili in erba, come Cristian Chessa della OPI Gym di Porta Romana.


Oronzo Birardi colpisce Dejan Veljkovic

Apre le danze della kermesse professionistica il massimo leggero del Team OPI Oronzo Birardi, che batte in due riprese il serbo Dejan Veljkovic (3-8-0) per KO tecnico. Alla metà del secondo round, un montante sinistro di Oronzo Berardi fa crollare la guardia chiusa di Veljkovic e, a seguito di una sequenza a due mani, riesce ad atterrare il suo avversario. Veljkovic riesce a rialzarsi ma viene raggiunto ancora dai colpi di Birardi e va di nuovo al tappeto, costringendo l’arbitro ad interrompere l’incontro. Il record di Oronzo Birardi passa a tre vittorie, tutte e tre prima del limite.


Segue il match della categoria massimi leggeri di Jonathan Kogasso, talento di origini congolesi ma residente da anni a Voghera, che dura meno di novanta secondi: montante sinistro al volto dell’avversario, conteggio e incontro terminato per KO. Kogasso si porta dunque a tre vittorie su tre match disputati, di cui due prima del limite.


Jonathan Kogasso

Il terzo incontro della serata è di quelli che appassionano gli amanti della nobile arte: Giuseppe Osnato (2-0-0), pugile di origini calabresi della OPI Since ’82, combatte per sei riprese nella categoria dei superpiuma contro Andrea Lo Sicco (1-3-2) della Francis Boxing Team, in un derby milanese che ha elettrizzato gli spettatori presenti. Sono sei riprese equilibrate e intense, nelle quali i due giovani prospect mettono sul ring tutto il loro arsenale. Lo Sicco riesce spesso ad accorciare la distanza su Osnato, scambiando colpi anche a due mani e dimostrando una intensa capacità di pressare. Osnato grazie alla sua mobilità sulle gambe e alle azioni tecniche, arriva spesso a colpire Lo Sicco per poi uscire dal piano d’azione dell’avversario. Il verdetto dei giudici è favorevole a Giuseppe Osnato, che accumula quindi una terza vittoria, ma va detto che si è trattato di un incontro importante e formativo per entrambi i fighter.


Vittoria per Giuseppe Osnato

Sono i pesi medi Othmane Dioual legato ad OPI Since ’82 (2-1-1) ed Elias Pallanza (0-2) a salire poi sul quadrato, e si confrontano per tutte e sei le riprese previste dal programma. Nei primi round è Pallanza a prendere bene il tempo su Dioual, riuscendo spesso a entrare nella guardia di Dioual con cross e ganci destri che passano sopra il jab di Dioual. Con il passare dei minuti, grazie anche alla supervisione dall’angolo del maestro Franco Cherchi, Dioual riesce a inquadrare Pallanza e a imporre il proprio ritmo all’incontro, portando colpi puliti che gli consentono di vincere il match ai punti.


Dioual colpisce Elias Pallanza

Esordio tra i professionisti per il giovane pupillo della Francis Boxing Team Francesco “Papachenko” Paparo che si confronta con Simone Carlin (0-1) in un incontro di quattro riprese nella categoria dei superpiuma. Entrambi i pugili portano i loro colpi a segno, si alternano nel dominio del ring e di conseguenza il verdetto dei giudici è di assoluto equilibrio: incontro che termina in pareggio.


Paparo vs Carlin: pareggio

È il turno di Biagio Grimaldi (2-0) della OPI Gym, quattro round nei pesi leggeri contro il serbo Adrian Nema (0-6-1). Una prima ripresa in cui il serbo riesce a scuotere diverse volte il pugile di casa, e che è il preludio per una seconda ripresa esplosiva. Grimaldi pressa sin dal suono della campanella, e inchioda Nema con montanti e colpi al corpo, non dando nessuno spazio di reazione all’avversario. Terza ripresa che ricomincia nel segno della seconda: sequenze a due mani di Grimaldi, Nema messo alle corde, arbitro che interrompe l’incontro e dunque vittoria per TKO per Biagio Grimaldi.


Bodyshot di Grimaldi su Nema

Atteso da tutto il PalaAllende e protagonista delle recenti boxing news internazionali grazie all’annuncio della sua partecipazione alla prossima Milano Boxing Night come avversario di Daniele Scardina, il romano Giovanni De Carolis viene accolto nella sua ringwalk con applausi e tributi che celebrano la sua storica conquista nel 2016 del mondiale WBA dei pesi supermedi. Divario tecnico e fisico palese tra Giovanni De Carolis e il suo avversario, Giorgi Abramishvili, il quale subisce duri colpi - tra tutti una sequenza montante destro, gancio destro al corpo e diretto destro - nell’arco dei primi centottanta secondi e che decide, arbitrariamente, di non rialzarsi dallo sgabello nella pausa tra primo e secondo round, consegnando a De Carolis la vittoria per abbandono. A fine match, al microfono con Remo d’Acierno e Maurizio Stecca, Giovanni De Carolis racconta le sue impressioni sul futuro incontro con Scardina: “Avevo bisogno di un match di rientro, per testarmi mentalmente. A prescindere dalla rivalità, quello con Scardina è un incontro che fa bene al nostro sport perché è quello che il pubblico vuole”.


De Carolis colpisce duro il suo avversario

Alle 22, in diretta streaming congiunta tra il canale YouTube della Federazione Pugilistica Italiana e il sito Gazzetta.it, inizia il clou della Cinisello Balsamo Boxing Night. È il momento del Titolo Italiano dei pesi welter, è il momento di Nicholas Esposito (15-0) campione in carica, che dovrà difendere la cintura dall’assalto dello Squalo Rossoblù Tobia Loriga (33-9-3).


Esposito vs Loriga

I due pugili, nelle settimane precedenti all’evento, avevano promesso una serata di battaglia, e tale è stata. Dieci riprese di adrenalina, scambi alla corta distanza, incalcolabili combinazioni, ferite e sequenze a due mani che hanno trasformato il PalaAllende in un’arena dall’atmosfera esplosiva che tifava e sosteneva gli atleti. Nicholas Esposito, nella prima metà del match, non lascia spazio alle azioni di Tobia Loriga e applica una pressione costante che lo porta ad entrare spesso nella guardia del calabrese per poi uscire grazie ad un footwork mobile e attivo. Loriga mostra il solito cuore che oltrepassa ostacoli e colpi d’incontro, e dalla settima ripresa in poi è capace di prendere il centro del ring.


Scambio di jab tra Esposito e Loriga

L’incontro termina ai punti, e con i cartellini di 97-93, 99-91, 98-92, Nicholas Esposito si riconferma campione italiano dei pesi welter e riporta la cintura a Cremona.


A fine incontro, Nicholas Esposito racconta come ha vissuto il match: “Mi sono allenato in maniera dura per tutto il training camp perché sapevo di avere come avversario un cavallo di razza, ho cercato di evitare una battaglia alla corta distanza come il nostro primo incontro. Onore a Loriga, sapevo che sarebbe stato un incontro così difficile”. Anche Loriga viene intervistato: “al di là del risultato, io volevo fare un grande match e così è stato. Sono orgoglioso di questo, di come abbiamo combattuto!”.


Alessandro Cherchi si complimenta con Esposito e Loriga al termine del match, dopo il verdetto

Un plauso va al Comune di Cinisello Balsamo per il patrocinio, ai Main Sponsor Centro Commerciale “Vulcano” e Hotel Gran Duca di Mantova per il supporto, e agli appassionati che hanno seguito l’evento, sia dai gradoni del PalaAllende che in diretta streaming. Sono eventi come questo, una sinergia di giovani prospect affamati di emergere e un Titolo Italiano competitivo e di spessore, che possono rilanciare la boxe italiana.