top of page
OPI-1982_vet (3).png

Francesco Russo: "Voglio dare spettacolo e farmi ricordare dagli spettatori di Milano!"

Vuole confermarsi campione italiano dei pesi superwelter e continuare il cammino verso una legacy internazionale: Francesco Russo (12-2-0, 10KO) difenderà la cintura tricolore contro Christian Mazzon (9-4-0, 3KO) nel co-main event di Ivan Zucco vs Germaine Brown, venerdì 24 marzo all’Allianz Cloud di Milano.



Come è andata la preparazione, atletica e tecnica insieme al tuo maestro Massai?

“Benissimo. Sto sempre meglio man mano che si avvicina il match. Sta andando tutto bene, magari la nutrizione è un po’ dura mantenere questo peso ma sono partito in vantaggio, non in sovrappeso, quindi nemmeno troppo dura. La parte tecnica e atletica è ultimata, stiamo facendo solo mantenimento”


Adesso sei campione italiano. Come ti fa sentire questo titolo?

“Non è cambiato niente in me dopo la vittoria. Semplicemente sono cambiato io già dall’esperienza che c’è stata prima del titolo italiano. La vittoria è stata una conseguenza di questo cambiamento. Io continuo a lavorare in questa direzione, consapevole che sto dando il meglio di me stesso e che mi fa essere felice, perché io sono felice di boxare”.


Senti un peso maggiore rispetto al match da sfidante contro Sarchioto?

“Non mi crea peso. Non provo stupore di essere campione né provo agitazione, vado avanti con la stessa testa di sempre. Tutto fa parte del processo di allenamento e di crescita. Io mi alleno per essere il migliore, a prescindere dall’avversario che ho davanti. Se tu ragioni così, chiunque ti si mette davanti non è un problema ma un ostacolo, al massimo, da superare.”


Cosa pensi di Christian Mazzon? Lo conosci, hai visto alcuni suoi match?

“Lo conosco, ma non ho visto niente di lui. Perché in generale penso che sia utile per me concentrarmi solo su me stesso, sulle mie capacità e sulle mie caratteristiche. Ovvio che voglio sapere se è mancino, se è alto, se è basso, le informazioni generali. Ma non ho niente da dire su di lui, io sono pronto a dare battaglia con chiunque”.


Che tipologia di incontro ti aspetti? Spettacolare come con Sarchioto?

“Dipende da Mazzon che match vorrà fare. Questo è il sale del pugilato: due uomini che combattono e che vogliono esibirsi. Se lui ha voglia di affrontarsi con me, sarà un bello spettacolo per chi ci vedrà. Il mio mestiere dipende da come intrattengo gli spettatori, noi siamo lì sul ring a fare quello che altri non fanno per paura o perché non sanno farlo, incarniamo il loro desiderio di lotta. Quindi, se Mazzon vorrà, uscirà fuori una battaglia bellissima. Io lo porterò a casa mia, nei piani dove mi muovo meglio, in quei livelli di scontro che mi identificano”.


Nella categoria dei superwelter, a livello europeo e internazionale, ci sono pugili con cui avresti piacere di confrontarti?

“Ora non mi pongo traguardi a lungo termine, io non faccio piani. Io voglio andare avanti. Che sia Mazzon o chiunque altro. Ammetto che non ho mai fatto paragoni tra me e altri pugili a livello europeo, ma più che a preoccuparmi degli altri mi concentro su me stesso. Non capisco l’utilità di programmare a lungo termine, per un pugile. Se sei in grado di metterti in gioco sempre non serve. Ho scelto questa vita perché la amo, qualunque sia il risvolto di un match.


Questa è la tua prima trasferta a Milano, negli ultimi incontri hai sempre combattuto a Roma, ad eccezione del match a Cinisello Balsamo di maggio 2021. Pensi che la trasferta cambierà il tuo approccio al match?

“No sono tanto focalizzato sul match, non penso alla location in quel senso lì. Poi certo avrò dei sostenitori a trovarmi, non saranno tanti quanti quelli che c’erano all’Atlantico di Roma, ma ci saranno. Ma di sicuro sarà una grande platea, a Milano, un palcoscenico come l’Allianz Cloud che ha ospitato i migliori incontri italiani degli ultimi anni è uno stimolo enorme, voglio farmi apprezzare anche fuoricasa. Voglio farmi ricordare da chiunque assista al nostro match!”.


I biglietti per la Milano Boxing Night sono in vendita su TicketOne: 120,00€ bordo ring vip, 90,00€ bordo ring, 50,00€ parterre, tribuna primo anello 35,00€, secondo anello 25,00€.


Commenti


bottom of page