OPI-1982_vet (3).png

Luca Capuano risponde ad Ivan Zucco: “Ti batterò, anch’io voglio il titolo italiano”


Milano, 25 marzo 2021 – Venerdì 16 aprile, nel corso della manifestazione organizzata a porte chiuse da Opi Since 82-Matchroom-DAZN all’Allianz Cloud di Milano e trasmessa in diretta streaming da DAZN, gli imbattuti Ivan Zucco (12-0 con 10 KO) e Luca Capuano (11-0 con 2 vittorie prima del limite) si contenderanno il vacante titolo italiano dei pesi supermedi sulla distanza delle dieci riprese. E’ una sfida tra due pugili di talento, entrambi della scuderia Opi Since 82, che combattono per la prima volta per un titolo. Nato a Mesagne, in Puglia, 32 anni fa, mancino, Luca Capuano ha avuto una bella carriera dilettantistica vincendo per tre volte gli assoluti, una volta il torneo Guanto d’oro e ottenendo la medaglia di bronzo ai Giochi del Mediterraneo.

Luca, hai visto combattere Ivan Zucco? “Si, lo conosco bene e pure lui conosce bene il mio modo di combattere. Ho letto le sue dichiarazioni e quindi so che ha studiato una strategia con la quale è convinto di battermi. Buon per lui, ma anche io ho la stessa convinzione. Dico solo che ogni match ha la sua storia. E’ vero che Ivan ha più vittorie prima del limite di me, ma questo non significa necessariamente che abbia maggiore potenza. Bisogna vedere chi ha steso. Sono totalmente concentrato su questa sfida e non vedo l’ora di salire sul ring. Voglio diventare campione d’Italia.”

Quando hai saputo che avresti affrontato Ivan Zucco? “Dopo aver vinto l’ultimo match lo scorso novembre a Carugate. Sapevo che avrei combattuto per il titolo italiano dei pesi supermedi contro Ivan Zucco a dicembre, ma quel match è stato annullato. Quindi, è da parecchi mesi che mi sto preparando nel migliore dei modi.”

Dove ti alleni? “A Brindisi con il maestro Pasquale Mazza, ex pugile professionista (dal 1979 al 1984, con un record di 14-6-4). Mi segue anche il preparatore atletico Arcangelo Romano. Nel match contro Ivan Zucco, al mio angolo ci saranno loro.”

Hai un lavoro dal lunedì al venerdì? “Si, ma sempre nel pugilato. Lo scorso ottobre ho aperto una palestra a Brindisi nel quartiere Sant’Elia, ma ora è chiusa per via del lockdown. Quando l’ho aperta il mio obiettivo era far avvicinare i ragazzi al pugilato e lo sarà anche quando riapriremo.”

Hai un campione italiano o straniero come punto di riferimento? “Il campione del mondo dei pesi piuma, superpiuma e leggeri Vasily Lomachenko e il campione del mondo dei pesi massimi leggeri Alexander Usyk che ora combatte nella categoria dei pesi

massimi. Mi piaceva anche Floyd Mayweather, ma la scuola ucraina è quella che mi entusiasma davvero.”

In Italia la categoria dei pesi supermedi conta anche Daniele Scardina e Giovanni De Carolis. Cosa pensi di loro? “Dico solo che sarei felice di affrontare entrambi. Per il momento, sono concentrato sul match contro Ivan Zucco. Dopo essere diventato campione d’Italia, sarò aperto a qualunque ipotesi.”

Per quale motivo ti hanno soprannominato The Mentalist? “Perché dicono che sappia leggere le intenzioni dei miei avversari, come Thomas Jane leggeva la mente delle persone su cui indagava.”

La riunione del 16 aprile sarà senza pubblico, vuoi dire qualcosa ai tuoi tifosi? “La manifestazione offrirà grande pugilato e il mio match contro Ivan Zucco sarà spettacolare. Quindi, non perdetevi la diretta su DAZN!”

Nella clou della manifestazione del 16 aprile, Fabio Turchi (18-1 con 13 KO) sfiderà il campione di Francia Dylan Bregeon (11-0-1 con 3 KO) per il vacante titolo dell’Unione Europea dei pesi massimi leggeri sulla distanza delle 12 riprese. Inoltre, l’ex campione d’Europa dei pesi leggeri Francesco Patera (23-3 con 8 KO) e il veneto Devis “Boom Boom” Boschiero (48-6-2 con 22 KO) si batteranno per il vacante titolo Silver WBC dei pesi leggeri sulla distanza delle 12 riprese. In azione anche il talentuoso peso super welter Samuel Nmomah (14-0 con 4 KO), e l’ex campione dell’Unione Europea dei pesi mosca Mohammed Obbadi (21-1 con 13 KO). I nomi dei loro avversari saranno comunicati a breve. Inoltre, il peso superleggero laziale Armando Casamonica (1-0) affronterà Davide Calì sulle sei riprese. Il campione dell’Unione Europea dei pesi piuma Mauro Forte (14-0-1 con 5 KO) se la vedrà con il nicaraguense Cristian Narvaez in un match sulle sei riprese (ovviamente senza titolo in palio).

opi since 82

OFFICE

OPI Since 82 srl

Assago

20057 Milano

  • Facebook - Bianco Circle
  • Twitter - Bianco Circle
  • Instagram - Bianco Circle
  • YouTube - Bianco Circle

GYM

Opi Gym Boxing Club Milano

Corso di Porta Romana 116/A

20144 Milano  

+39 0289 452 029