OPI-1982_vet (3).png

Milano Boxing Night: resoconto della conferenza stampa

Milano, 14 aprile 2021 – SI è svolta presso l’hotel Raffaello in Viale Certosa 108 a Milano la conferenza stampa di presentazione della Milano Boxing Night che avrà luogo venerdì 16 aprile, a porte chiuse, all’Allianz Cloud. Organizzata da Opi Since 82-Matchroom-DAZN e trasmessa in diretta streaming da DAZN, la manifestazione offrirà due match con in palio un titolo: nel clou Fabio Fabio Turchi (18-1 con 13 KO) sfiderà il campione di Francia Dylan Bregeon (11-0-1 con 3 KO) per il vacante titolo dell’Unione Europea dei pesi massimi leggeri sulla distanza delle 12 riprese. I pesi supermedi Ivan Zucco (12-0 con 10 KO) e Luca Capuano (11-0 con 2 KO) si contenderanno il vacante titolo italiano sulla distanza delle 10 riprese. Francesco Patera (23-3 con 8 KO) e l’ucraino Vadislav Melnyk (13-3 con 8 KO) avrebbero dovuto affrontarsi il vacante titolo Silver WBC dei pesi leggeri, ma un componente del team di Melnyk è risultato positivo al Covid-19 e quindi la sfida è stata annullata. Gli organizzatori hanno trovato un valido sostituto: Patera combatterà contro il pisano Nicola Henchiri (9-3-2), ma sulle 8 riprese e senza titolo in palio. Due anni fa Nicola Henchiri ha combattuto per il titolo italiano dei pesi superpiuma pareggiando con Giuseppe Carafa.



“Ci eravamo allenati per affrontare Devis Boschiero – ha commentato Biagio Patera, fratello ed allenatore di Francesco – poi Melnyk ed ora dobbiamo vedercela con Nicola Henchiri. L’importante è tornare sul ring dopo un anno e mezzo.” Sulla stessa lunghezza d’onda Francesco: “Voglio tornare sul ring, voglio i grandi match contro grandi avversari, quindi devo battere Henchiri e continuare a vincere.”

Luca Capuano: “Affronto questo match come ho sempre affrontato tutti gli altri, con la massima preparazione e la massima serietà. La preparazione è stata più intensa del solito perché il match è previsto sulle dieci riprese. Ho atteso troppo per fare questo titolo italiano. Quello che conta per me è vincere il titolo, contro Ivan o un altro è lo stesso. Magari nel prossimo futuro affronterò Daniele Scardina.”

Ivan Zucco: “Anch’io sono ansioso di combattere per il titolo italiano. Non mi piace parlare di me stesso, preferisco che siano gli altri a parlare delle mie qualità. Penso che Luca sia un pugile molto tecnico, io sono sia un tecnico che un picchiatore. Anche per me l’importante è combattere per un titolo e non avrei problemi ad affrontare Daniele Scardina. Un derby tra pugili italiani con un titolo in palio ha senso.”

Fabio Turchi è apparso sicuro dei propri mezzi: “La vittoria su Grisunis ha riportato il morale alto dopo la sconfitta con McCarthy. Voglio vincere la cintura dell’Unione Europea. Sicuramente Bregeon è un buon pugile e lo rispetto. E’ un ulteriore scalino che devo superare. In questi mesi di lavoro credo di essere cresciuto pugilisticamente, di aver arricchito il mio repertorio e questo si vedrà sul ring. Dylan è poco più alto di me, ma sono abituato a combattere contro pugili più alti. Mi adatterò al suo stile e saprò prendere le opportune contromisure. Che vinca il migliore e quindi ovviamente io.”

Più sintetico Dylan Bregeon: “Mi piace molto lo stile di Fabio e sarà un bel match. Che vinca il migliore.”