OPI-1982_vet (3).png

Mirko Natalizi: "Batterò Dixon, voglio affrontare i migliori della categoria: sono pronto!"

Peso superwelter, dodici vittorie su dodici match disputati (7KO), nella serata di venerdì 28 ottobre, presso il Pala Atlantico di Roma, come co-main event all’incontro tra Guido Vianello e Jay McFarlane, Mirko “Terminator” Natalizi difenderà la cintura di campione WBC Silver Internazionale contro Tony Dixon (13-3-0, 4KO), nello show organizzato da OPI Since 82 e Top Rank.


Sarà un match avvincente: Tony Dixon ha disputato il suo ultimo match proprio a Roma, nella DAZN Boxing Night di novembre 2021, battendo per KO al primo round Francesco Russo.


Mirko Natalizi vs Tony Dixon

Come stai, Mirko? Come sta andando questo training camp?

“La preparazione sta andando benissimo, sto facendo molto sparring. Due giorni fa ho fatto oltre dieci riprese. Mi serviva arrivare a questa condizione. Nell’ultimo match con Mueller sono arrivato alla distanza ed è stata già un’esperienza, ma ora devo implementare”.


Come ti sei sentito ad arrivare in fondo alle dieci riprese, contro Mueller?

“Anzitutto devo iniziare a salvaguardare la mia salute, quindi devo essere più scaltro in fase difensiva. Inoltre, per il match con Mueller avrei voluto essere più aggressivo, ma ho avuto una preparazione limitata: il mio maestro ha avuto il covid e ho seguito un regime di allenamento meno preciso, e poi l’ho avuto anche io il covid e sono stato costretto ad allenarmi in casa arrangiandomi. Nelle ultime due settimane, prima del match, mi sono infortunato alla mano durante uno sparring. Insomma, non cerco giustificazioni però penso di aver fatto comunque un buon match”.


Quali sono stati gli aspetti che avete implementato con il tuo team? Quali lati del tuo set di skills avete cercato di migliorare?

“Principalmente la mobilità in generale e stiamo migliorando per mantenere sempre un’alta intensità, anche per tutte le dieci riprese”.


Finalmente combatti a Roma, in un evento di alto livello. A casa tua. Come ti fa sentire questa motivazione?

“Eh, è bellissimo. Con l’evento del 5 novembre 2021 doveva essere una bella festa per me, nonostante il covid. Spero che la festa sia stata solo rinviata e che il 28 ottobre i miei tifosi e gli amanti del pugilato saranno presenti al Pala Atlantico a sostenermi. Tante volte mi ha aiutato il tifo nella mia carriera. Nei momenti di stanchezza più duri, sentivo l’incitamento e mi caricavo così tanto da portare colpi più duri, diverse volte ho vinto con questa motivazione. Anche se sto solo sul ring, quando sento il tifo è come se salissero tutti con me tra le corde”


Tony Dixon avresti dovuto affrontarlo nella DAZN Boxing Night di novembre 2021. Poi c’è stato l’infortunio e Dixon ha battuto per KO un altro pugile romano, Francesco Russo. Che match ti aspetti?

“Sto coi piedi per terra, so che Dixon ha fatto un bel match ma è stato così veloce che non è possibile dare un giudizio. Io credo sempre che siamo tutti uguali, abbiamo due braccia e due gambe tutti quindi me la posso giocare con chiunque, sarà il ring a parlare. Comunque me la vivo al momento. Il mio maestro sta studiando Dixon con precisione, io invece sono più animale, vado d’istinto”.


Mirko Natalizi con il titolo WBC appena vinto contro Rico Mueller - Aprile 2022

Sei conosciuto per essere un atleta molto serio, a tratti silenzioso. Ultimamente ti stai esponendo di più sui social media. Come mai questo cambio di passo?

“A me non piace esibirmi. Faccio parlare i fatti. Sono stato cresciuto così e credo sia un modo giusto di vivere. Però ho scelto delle persone per aiutarmi a crescere, ma con cognizione perché non voglio snaturarmi.”


Cosa prevedi per il tuo futuro, nel 2023? Hai parlato con la famiglia Cherchi?

“No, aspettiamo questo match. Ho fiducia in loro e questo incontro è importante per la mia carriera. Quello che so è che non ho paura di nessuno, ma non per fare lo spaccone: semplicemente voglio testare la mia forza. Anche cadendo, anche fallendo. Voglio cercare avversari validi, veri, conosciuti, non per la fama o la gloria, quelli sono gli effetti eventuali. Voglio combattere a quei livelli per vedere se io sono abbastanza duro da reggerli. Io mi sento in grado di farlo. Comunque, vedremo dopo venerdì 28 ottobre!”


La manifestazione del 28 ottobre sarà trasmessa in diretta streaming gratuita su Mola Italia. Basta scaricare l’applicazione e registrarsi sulla piattaforma. Negli Stati Uniti lo streaming sarà garantito da ESPN+. I biglietti sono in vendita su www.boxol.it con tre fasce di prezzo: 70,00€ per il Parterre VIP, 50,00€ parterre numerato, 30,00€ balconata non numerata.