OPI-1982_vet (3).png

Papasidero: “Fiordigiglio è l’avversario più duro della mia carriera, ma difenderò il titolo!"

Venerdì 29 aprile la città di Prato sarà protagonista di una serata di grande boxe: Marco Papasidero (10-2-1, 1KO) difenderà la cintura di campione italiano dei pesi superwelter dall’assalto di Orlando Fiordigiglio (34-3-0, 14KO), in un derby tra pugili di stampo toscano che scalderà il pubblico del Palazzo dello Sport “Estraforum” di Prato.


La Prato Boxing Night, patrocinata dal Comune di Prato, è organizzata da OPI Since ’82 e dalla Pugilistica Pratese. Biglietti in prevendita alla pricing policy di 20,00€ per la tribuna, 35,00€ per il bordo ring. Prenotazione via telefono al numero 338 776 9949.


Per Marco Papasidero (10-2-4), il pugile di casa, la stella della Pugilistica Pratese, si tratterà della prima difesa del titolo di campione italiano dei pesi superwelter, conquistato a Roma il 16 ottobre 2021 quando batté ai punti per decisione unanime il romano Mirko Di Carlantonio. Si trattava del loro secondo match: già nel luglio 2021 i due pugili avevano combattuto nella Fiumicino Boxing Night targata OPI Since ’82, in un incontro terminato in pareggio. Per Papasidero sarà un grande spunto motivazionale essere il protagonista del Main Event della Prato Boxing Night, davanti ai suoi tifosi.



Raccontaci come ti sei sentito quando sei diventato campione d’Italia, in trasferta a Roma.

“Son dovuto andare due volte per vincerlo. Ma la sensazione di quando l’arbitro ha alzato il mio braccio davanti al pubblico romano è stata pazzesca, mi sono rivisto gli anni di sacrifici in palestra, gli sparring, gli allenamenti duri. Un’emozione grandissima”.


Come è andata la preparazione atletica e tecnica per questo incontro?

“Sono in forma totale, perché avrei dovuto fare una difesa volontaria a gennaio sicché la preparazione dura ormai da tanti mesi, sono perfetto sotto il punto di vista atletico”.


Che match ti aspetti da parte di Orlando Fiordigiglio, il tuo avversario? Ti mette pressione il fatto che abbia un record molto ampio fatto anche di cinture internazionali?

“Fiordigiglio lo conosco, abbiamo incrociato spesso i guanti insieme, mi ha dato una mano nel preparare il titolo contro Di Carlantonio. So di avere di fronte un avversario esperto, tosto, e dovrò dare il meglio di me per cercare di confermarmi. Sarà uno stimolo ulteriore per fare una prestazione di livello”.


Marco, sei campione d’Italia in carica e difenderai per la prima volta il titolo davanti ai tuoi tifosi. Come ti fa sentire questa condizione di “pugile di casa”?

“Anzitutto devo dire che alla pugilistica pratese siamo come una famiglia e senza di loro non sarei diventato campione d’Italia. Sono troppo felice di combattere davanti alla mia gente, ai miei amici, in una card con altri pugili toscani e della mia palestra come Obbadi e Ferramosca. Sarà bellissimo, mi dà orgoglio poter difendere il titolo a casa mia”.